Sirmione

12Gen

Sirmione è un comune italiano di 8 217 abitanti della provincia di Brescia. La sua conformazione a penisola  collocata al centro del bacino meridionale del lago l’ha consacrata da sempre come una delle mete più famose del Garda, amata da poeti e artisti. Una visita di Sirmione include la Rocca Scaligera, situata all’ingresso del borgo storico, dove si possono ripercorrere i camminamenti dei soldati e salire sul mastio per godere di uno splendido panorama. Dall’animato centro storico si arriva con una passeggiata alla punta della penisola con il sito archeologico delle Grotte di Catullo che conserva i resti di una grandiosa villa romana con una vista unica sul lago.

Desenzano

12Gen

Desenzano del Garda è un comune italiano di circa 28 761 abitanti della provincia di Brescia. Tra i paesi più popolosi del lago, fu per secoli sede di un importante mercato e diede i natali a Sant’Angela Merici, fondatrice delle Orsoline. Per conoscere Desenzano bisogna visitare la villa romana con i suoi bei mosaici pavimentali, il duomo con il ciclo di teleri del veneziano Andrea Celesti e una tela di Giambattista Tiepolo, poi una bella passeggiata fra le sue piazze, palazzi e il porto vecchio fanno capire l’antica anima del commercio tuttora rappresentata dai tanti negozi del centro.

Padenghe

12Gen

Padenghe sul Garda è un comune italiano di 4.552 abitanti della provincia di Brescia. Padenghe è tra i paesi facenti parte della Valtenesi, la zona collinare che si sviluppa tra Desenzano e Salò nota per la sua produzione di vino e olio. Poco lontano dall’attuale centro storico, in posizione panoramica, si trova un bell’esempio di castello ricetto (costruito per proteggere la popolazione da eventuali pericoli) questo tipo di castello era presente in tutta la zona, ma quello di Padenghe è il meglio conservato con le antiche case, tuttora abitate, all’interno delle mura. In un breve tratto si può raggiungere anche la pieve di Sant’Emiliano, chiesetta romanica situata in un luogo di grande tranquillità circondato dal verde delle colline.

Manerba del Garda

12Gen

Manerba del Garda un comune italiano di 5.323 abitanti della provincia di Brescia. Il luogo che distingue Manerba è certamente la sua Rocca, in realtà si tratta di un parco archeologico naturalistico di grande estensione che comprende anche parte del lago di fronte ad esso. Per comprendere al meglio questo particolare ambiente si può visitare il museo situato al suo ingresso che preserva anche molti reperti preistorici trovati durante gli scavi effettuati in zona, si può salire poi attraverso dei sentieri sulla cima da dove c’è una vista mozzafiato sul lago e su alcune delle sue isole (l’isola di San Biagio o dei conigli e l’isola del Garda) lungo questo percorso si possono apprezzare i resti dell’insediamento  medievale della Rocca che controllava il lago da questo promontorio privilegiato.

Salò

12Gen

Salò è un comune italiano di 10 576 abitanti della provincia di Brescia. Fu la capitale della Magnifica Patria durante il dominio veneziano, questo territorio corrispondeva alla zona del Garda bresciano e del suo entroterra, il ruolo avuto per secoli è dimostrato dal suo aspetto elegante caratterizzato da bei palazzi e dal suo duomo, vero scrigno di opere d’arte databili dal XIV al XIX secolo. La storia di Salò dall’antichità al Novecento, è ben rappresentata anche dal suo museo, il MuSa, dove tra reperti e multimedialità si possono capire i cambiamenti succedutisi nelle diverse epoche dal Medioevo fino alla RSI, meglio nota proprio come Repubblica di Salò.

Gardone Riviera

12Gen

Gardone Riviera è un comune italiano di 2.657 abitanti della provincia di Brescia. Questo paese fu tra i primi a essere coinvolto nel primo turismo d’elite che veniva qui alla fine dell’Ottocento a trascorrere l’inverno grazie al suo clima mite. Questa Gardone mitteleuropea è ben rappresentata dalla zona adiacente al lago, mentre salendo nella zona collinare, oltre ad apprezzare gli spazi verdi (splendido il Giardino botanico Heller che ospita lungo i suoi sentieri opere di arte contemporanea) si arriva all’antico borgo fatto di viuzze e dalla parrocchiale settecentesca dedicata a San Nicolò che si contrappone all’altra cittadella: il Vittoriale degli Italiani, voluto da Gabriele d’Annunzio che qui trascorse l’ultima parte della sua vita andando a creare un luogo in tutto e per tutto simile alla sua “vita inimitabile”.

Toscolano Maderno

11Gen

Toscolano Maderno  è un comune italiano di 7.877 abitanti della provincia di Brescia. I due nomi indicano due paesi distinti e autonomi per secoli, uniti poi in un unico comune nel 1928.  Maderno si apre su un piccolo golfo e nel suo centro storico spicca la chiesa di Sant’Andrea in stile romanico, al suo interno la chiesa ospita affreschi, tele di autori locali e la cripta dove fu sepolto per secoli sant’Ercolano, patrono del lago. Toscolano era invece sede di una villa romana che sorgeva di fronte al lago e di cui sono visitabili alcuni ambienti, accanto all’area archeologica sono sorte due diverse chiese tra cui la parrocchiale dei SS. Pietro e Paolo, riccamente decorata dal ciclo di tele di Andrea Celesti eseguito tra la fine del Seicento e inizi del Settecento.

Gargnano

10Gen

Gargnano è un comune italiano di 2.866 abitanti della provincia di Brescia, in Lombardia.

Questo paese preserva ancora lo spirito antico del villaggio di pescatori, attività che ha contraddistinto nel passato quasi tutti i paesi del lago. Un altra  produzione ben rappresentata a Gargnano è quella dei limoni, è possibile infatti scoprire la chiesa di San Francesco (proprio i francescani introdussero la coltivazione di questo agrume sul lago) con il suo delizioso chiostro,  poco distante è visitabile la limonaia La Malura risalente al XVI secolo, che conserva ancora l’antica struttura tipica degli antichi giardini di limoni che un tempo caratterizzavano tutta la sponda nord occidentale del lago.

Magasa

10Gen

Magasa è un comune italiano di 137 abitanti della provincia di Brescia, in Lombardia.

Da visitare sono certamente i tipici fienili dal tetto di paglia dell’altopiano di Cima Rest, all’interno di uno di questi è stato allestito il museo etnografico con gli strumenti del lavoro di un tempo. Poco lontano sorge anche l’Osservatorio astronomico della Valvestino. Interessanti da vedere sono le chiesette di Sant’Antonio Abate e di San Lorenzo nella frazione di Cadria.

Alla visita si può abbinare una degustazione di prodotti locali.